Biografia

Marina Serpagli, mezzosoprano.

 

Marina Serpagli si diploma in Canto Lirico al Conservatorio G. Nicolini di Piacenza sotto la guida di Adelisa Tabiadon e si perfeziona per svariati anni con Sonia Ganassi.Si laurea inoltre a pieni voti in Lingue e Letterature Straniere Moderne all’Università degli Studi di Pavia, sua città natale.

Vince il Terzo Premio al Concorso Nazionale di Canto Lirico Giovani Talenti a Porana di Pizzale (PV) e riceve una menzione speciale al Concorso Internazionale Teatro sull’acqua di Arona (Lago Maggiore).Vince inoltre una borsa di studio messa in palio da Atelier la Voce dell’Arte (Verbania) per la rappresentazione dell’opera moderna Gelsomino nel Paese dei Bugiardi, vincitrice del premio Fedora.

Giovanissima, viene selezionata dal M. Romano Gandolfi come membro stabile del Coro dellOrchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano, con cui inaugura l’auditiorium di Largo Mahler con la Seconda Sinfonia di Gustav Mahler Auferstehung e la direzione di Riccardo Chailly.Collabora con il Coro Filarmonico Ruggero Maghini di Torino per alcuni concerti con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, sotto la direzione dei Maestri Juanjo Mena e Jeffrey Tate.È inoltre membro stabile del coro dell’Istituto Musicale “F. Vittadini” e del coro del Collegio Ghislieri di Pavia, con cui esegue repertorio che spazia dalla polifonia rinascimentale alla musica sacra, alla liederistica.

Svolge intensa attività concertistica presso sale e Festival italiani: Aula del 400 dell’Università di Pavia, Sala della Musica del Collegio Ghislieri, Sala della Filarmonica di Trento, Palazzo Pignano a Cremona, Vernazza Opera Festival (Cinque Terre), Open Opera e Tuscany Opera Festival, Mantova Chamber Music Festival.Esegue lo Stabat Mater di Pergolesi con l’orchestra Nuova Cameristica di Milano e il Messiah di Händel con l’orchestra Canova.Prende inoltre parte alla Petite Messe Solennelle a Reggio Emilia, in onore dei 150 della morte di Gioachino Rossini.

Realizza un DVD di arie sacre, intitolato Marina Serpagli, la voce nell’anima.

Canta al Festival di Musica Antica di Belgrado, dove, in collaborazione con la Diplomazia Italiana, partecipa all’opera L’incoronazione di Poppea di C. Monteverdi al Teatro Madlenianum, e ad un concerto vivaldiano al Museo Nazionale.

Successivamente viene selezionata dall’illustre M. Donato Renzetti come Marcellina in Le nozze di Figaro di Mozart al Teatro Rossini di Pesaro.

Porta in scena inoltre Dorabella (Così fan tutte) al Teatro Rosetum di Milano e i ruoli di Terza Dama/Terzo Genio (Il Flauto Magico) al Teatro Manzoni di Monza e al Teatro Sociale di Mantova.

Interpreta sia Angelina che Tisbe nell’opera La Cenerentola di Rossini: la prima al Teatro Alfieri di Asti, la seconda nei Teatri Argentina di Roma, Regio di Parma e San Carlo di Napoli.

 Collabora con il Teatro del Giglio di Lucca vestendo i panni di Zita in Gianni Schicchi di G. Puccini alla sala San Girolamo. Interpreta inoltre la Zia Principessa alle Cartoline Pucciniane dedicate al Trittico e la suora Zelatrice in Suor Angelica, allestimento replicato anche al Teatro Alighieri di Ravenna, sotto la direzione del M. Marco Guidarini, con la regia di Denis Krief.

 Interpreta il doppio ruolo di Matrigna e Strega Cattiva per la prima messa in scena dopo sessant’anni dell’opera L’Uccellino d’Oro di Riccardo Zandonai, in una nuova produzione alla Sala della Filarmonica di Rovereto (TN), che verrà replicata al Teatro Zandonai.

Ha lavorato, tra gli altri, con i direttori: Marco Alibrando, Valter Borin, Enrico Pagano, Giulio Prandi e i registi Alberto Oliva, Aldo Tarabella, Alberto Paloscia, Leo Muscato, Elisabetta Courir.

Parla, canta e recita in inglese, francese e tedesco.